Pagina Facebook in più lingue, come fare? [AGGIORNATO]

 

PAG-FACEBOOK-MULTILINGUE

Qualche tempo fa la mia amica Spora mi ha chiamato perché aveva un problema: la sua (fighissima) creatura, Stiletto Academy, stava per sbarcare in nuove nazioni e ovviamente anche la Pagina Facebook del brand si sarebbe dovuta adattare alla nuova realtà, pubblicando ed interagendo in nuove lingue.

Come fare?

In realtà Facebook offre varie possibilità alle aziende con un pubblico internazionale, ognuna con i suoi pregi, possibilità e difetti;

se la creazione di una Pagina Facebook per ciascuna nazione è la soluzione ottimale per chi vuole che ogni nazionalità venga gestita in completa autonomia ed ha un social media team dedicato per ognuna, non è di certo la soluzione indicata per un piccola impresa che esporta anche all’estero, ma non ha le risorse umane ed economiche per poter gestire e animare tante entità.

Vediamo insieme quali sono le strade da poter percorrere, dalla più semplice alla più complessa, per poter interagire in più lingue con il tuo pubblico.

Soluzione 1: pubblicare un unico post in più lingue [NEW]

Facebook ha appena rilasciato (Febbraio 2016) una funzionalità che permette di scrivere in un unico post in più lingue, mostrando all’utente il messaggio nella lingua più rilevante per lui:

post multilingua facebook

 

Per abilitare questa funzionalità è sufficiente andare nelle “Impostazioni della Pagina” e attivarla alla voce “Post in più lingue”.

Al momento non sembra ci siano limitazioni alle lingue da inserire, ma va detto che l’unica cosa per la quale la lingua può essere settata è il testo di accompagnamento al post; in poche parole, con questo strumento non possiamo condividere link, foto o gif contenente testo in più lingue e per farlo dobbiamo creare post differenti.

Consigliato per: si tratta comunque di un’ottima soluzione per pubblicare soprattutto foto e video che possono esser fruiti indipendentemente dalla lingua di chi li guarda e permette di raggruppare tutti i like, commenti e condivisione dell’audience in un unico post, indipendentemente dalla nazionalità di chi lo vede!

 

Soluzione 2: utilizzare le Impostazioni di Privacy della Pagina

Se il pubblico straniero della tua Pagina è consistente, ma non abbastanza da giustificare l’apertura di una singola pagina brand per nazionalità, se non hai le risorse umane ed economiche per gestire la mole di lavoro che comporta la gestione di più pagine, la soluzione che fa per te si trova in una semplice funzionalità da abilitare nella pagina.

Attivando il controllo per la privacy dei post (lo trovi nel pannello gestionale della pagina in “generali” > “privacy” e “definizione dei destinatari di un post”), per ogni contenuto che pubblichi sulla tua pagina puoi scegliere il pubblico che lo visualizzerà in base a posizione e lingua.

Questa funzionalità ti permetterà di far apparire i post che scrivi nel flusso di notizie (Newsfeed) dei fan che rispecchiano il luogo/lingua che hai settato per i tuoi post, evitando loro di vedere contenuti di cui non capirebbero il significato.

Si tratta di un buon compromesso, soprattutto se hai un numero consistente di fan stranieri e che parlano più lingue; tieni presente però che non sempre le persone inseriscono la propria nazionalità – o quella vera – nelle informazioni del proprio profilo e quindi potresti perderti o raggiungere erroneamente, nella targhettizzazione, alcuni fan.

Consigliato per: brand che hanno una mole consistente di fan stranieri, ma non tale da giustificare l’apertura di altre pagine/ in assenza di risorse economiche e umane per aprire altre pagine.

Soluzione 3: aprire una Pagina per nazione

Decisamente la soluzione migliore per medie e grandi imprese che hanno una presenza riconosciuta in vari territori del mondo, i cui prodotti/servizi vanno narrati con le dovute specificità che ogni cultura richiede.
Anche nel caso in cui si vendano prodotti completamente diversi per ogni stato in cui siamo presenti, l’aver una pagina dedicata ci permette di non confondere il cliente o potenziale cliente con prodotti/servizi di cui non troverebbe traccia sul proprio territorio.

Sarà sufficiente creare una Pagina per ogni nazione, facendo ben attenzione a utilizzare un nome pagina ben riconoscibile non solo in assoluto, ma anche per ogni singolo territorio (es. Scarpe Rosse Italia, Scarpe Rosse USA, Scarpe Rosse Deutschland, etc..) e magari una Social Media Policy condivisa che uniformi le azioni dei singoli social media team.
Ovviamente un’azione del genere richiede tempo e risorse per gestire autonomamente più pagine.
Consigliata per: medie e grandi imprese con una significativa presenza all’estero/audience e/o con differenze sostanziali nei prodotti/servizi venduti in ciascun territorio.

Soluzione 4: richiedere una Global Page

Nel 2012 Facebook introduce la Global Page, una tipologia di pagina espressamente pensata per brand dalla portata globale che si rivolgono a pubblici diversi nel mondo;

si tratta di una struttura dinamica in cui ogni nazionalità conserva una pagina propria più una pagina brand ufficiale ed è lo stesso Facebook a geolocalizzare l’utente e reindirizzarlo nella pagina della propria lingua (per capire meglio cosa intendo, vai sulla Pagina di Barilla, clicca sul tasto “…” presente sull’immagine di copertina e poi “Cambia paese”) .

Le Global Pages offrono un singolo nome pagina, una singola URL, Insights globali, ma, allo stesso tempo, mantengono le peculiarità di ogni mercato, offrendogli una pagina dedicata.

Forte eh?

Purtroppo però ad oggi questo tipo di struttura è prevista solo per grandi brand (che investono altrettanto grandemente su Facebook, aggiungerei) ed è attivabile solo da un account manager ufficiale di Facebook.

Consigliata per: grandi aziende con una presenza forte su vari territori e/o con un budget importante (fino a pochi anni fa si parlava di almeno 10.000 $/mese)  da voler investire su Facebook.

Conclusione

Se hai un pubblico internazionale è molto importante mantenere un rapporto anche con i clienti e potenziali clienti che non parlano la tua lingua, ma vorrebbero seguirti; in base alla portata del tuo brand, alle risorse umane ed economiche scegli la struttura che ti permette di non perdere l’occasione di coinvolgere costantemente queste persone.

5.00 avg. rating (99% score) - 7 votes
Share:

Tu cosa ne pensi?

Commenti

Veronica GentiliPagina Facebook in più lingue, come fare? [AGGIORNATO]