Facebook annuncia ancora meno visibilità per i post delle Pagine

Una delle nostre principali aree focus nel 2018 è assicurarci che il tempo che passiamo su Facebook sia tempo ben speso…

Così inizia lo status di poche ore fa di Mark Zuckerberg che, oltre le belle parole sulla mission di Facebook, su “ciò che può fare: avvicinare le persone” e quanto “si preoccupi del benessere dei suoi utenti” specifica chiaramente una cosa:

verrà ulteriormente ridotta la visibilità nella Sezione Notizie dei post delle Pagine a favore di quella dei contatti personali.

Perché ancora meno portata per le Pagine Facebook?

Prima attraverso Zuckerberg e poi con un aggiornamento ufficiale, la piattaforma chiarisce che darà la priorità ai post che generano conversazioni e interazioni tra persona e persona, proprio per un principio di coerenza con i nuovi valori della Sezione Notizie, che vedono gli amici e la famiglia venire al primo posto.

Sicuramente, come già sottolineato da Facebook in aggiornamenti precedenti, l’utente medio preferisce vedere il post della nascita del figlio del cugino, piuttosto che quello sull’ultima promo del negozio sotto casa e siccome il vero valore di Facebook sono gli utenti (con il loro bagaglio di informazioni personali che condividono ogni giorno), la direzione è e sarà sempre quella di “far star bene loro”, piuttosto che le aziende, che possono sempre pagare per avere visibilità.

Cosa accadrà in poche parole?

Facebook mostrerà meno contenuti “pubblici”, inclusi video e post dai vari publisher, quindi le Pagine potranno vedere una diminuzione del traffico ricevuto dalla piattaforma e del tempo di visualizzazione dei video; l’impatto di questo aggiornamento varierà di pagina in pagina, quelle che soffriranno di più l’update saranno sicuramente le pagine che postano contenuti che raccolgono poco o niente interazioni, quelle che ancora non hanno capito come funziona l’Algoritmo della Sezione Notizie.

Continueranno a venir mostrati in posizione prioritaria:

  • i Video Live che generalmente creano interazioni
  • i contenuti pubblici che generano conversazioni nei Gruppi
  • i business locali che pubblicano contenuti rilevanti e creano eventi

“Aspettati di vedere più contenuti da amici, famiglia e Gruppi…”

Tra le righe si legge l’importanza che Zuckerberg e quindi Facebook dà a uno degli strumenti sui quali ultimamente sta investendo di più: i Gruppi, che sembra avranno visibilità proprio come le interazioni da profilo a profilo. Diventa quindi sempre più importante valutare la creazione di un Gruppo a supporto del nostro brand, non solo per creare una community ancora più coesa, ma anche per dare più possibilità ai nostri contenuti di essere visualizzati organicamente.

E adesso, cosa dobbiamo fare?

Come ho più volte ripetuto negli anni, Facebook non è gratis e pensare di fare business in questa piattaforma con le poche briciole di visibilità gratuita è pura follia; è necessario allocare un budget pubblicitario periodicamente per garantirsi una Portata decorosa, ma è anche fondamentale condividere contenuti pertinenti e rilevanti per la nostra audience.

Le pagine che subiranno maggiormente questo aggiornamento saranno quelle che, nel loro storico, hanno creato contenuti poco appealing per l’audience che hanno intorno a loro; in questi casi oltre a iniziare a pensare a una strategia paid, valuterei un cambio di marcia nel piano editoriale.

Perché, se non ti allinei con l’obiettivo di Facebook, che è quello di dare “il messaggio giusto alla persona giusta nel momento giusto”, rendere Facebook una risorsa di business sarà pressoché impossibile.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Share:

Tu cosa ne pensi?

Commenti

Veronica GentiliFacebook annuncia ancora meno visibilità per i post delle Pagine