Social media e PMI: 5 Verità sul Social Media Marketing

Verità social media marketing

Dopo aver trattato le 5 bugie sul social media marketing, mi sembrava giusto dare spazio anche alle verità.

Ogni giorno sui social e la loro importanza per le aziende viene detto di tutto e di più;

ecco quelli che, secondo me, sono gli aspetti da tenere ben a mente per dare un senso alla propria presenza in questi ambienti 😉

 

5 Verità sul Social Media Marketing

1. “Non è importante aprire account aziendali su tutti i social: meglio pochi ma presidiati in modo efficace”

Vero!

Una tentazione alla quale spesso le aziende cedono è quella di aprire un account su ogni social media esistente per il gusto di “esserci”, per poi seguirne solo alcuni a discapito di altri.

A meno che tu non sia dotato di un social media team in grado di garantirti la copertura continuativa ed efficace di tutti i social media e, soprattutto, a meno che tu non abbia attentamente valutato se e quanto sia strategico “essere ovunque”, ti consiglio di selezionare 2 massimo 3 social media in cui essere presente e seguirli in modo costante.

Evita di aprire account in ogni dove per poi lasciarli fermi per mesi 😉

 

2. “I social possono aiutarmi a prendere decisioni riguardo a cosa, come e dove offrire prodotti/servizi ai miei clienti”

Vero!

I social sono sostanzialmente delle piazze in cui le persone si incontrano per raccontarsi, informarsi e scambiarsi opinioni.

Puoi scoprire moltissime cose riguardo a cosa pensano del tuo settore, dei tuoi prodotti e dei tuoi servizi semplicemente ascoltando.

Non a caso l’Ascolto è una delle fasi più importanti di un Social Media Plan:

“leggendo” ciò che le persone si dicono tra loro e ciò che ti dicono direttamente servendosi, appunto, di media come Facebook o Twitter, puoi anticipare bisogni e desideri, risolvere problemi relativi a ciò che offri, migliorare i tuoi servizi.

Vivi i social media come momenti di incontro in cui puoi fare mente locale sulle richieste e le opinioni delle persone!

 

3. “Sui social media i numeri contano, ma fino ad un certo punto”

Vero!

Una delle cose più stupide che si possa fare nel social media marketing è dare troppa importanza ai numeri:

il numero di fan, di “Mi Piace”, di Follower o Re-Pin ha sicuramente la sua importanza (per via della “Riprova sociale”, come raccontavo in I numeri sui social non contano niente, ma siamo sicuri?), ma non devi dimenticare l’aspetto qualitativo delle interazioni che generi;

puoi avere 50.000 fan ma… di questi, quanti rientrano nel tuo target?

Sono davvero persone interessate a ciò che proponi, vendi o fai?

Tutti quei bei Like sulle tue foto di Instagram arrivano da individui che potrebbero davvero acquistare i prodotti che offri o piuttosto da una manica di bimbiminkia-smanettoni targati USA?

Non fermarti ai numeri che, di per sé, fanno scena in chi li vede e in chi li vende;

guarda la qualità e la tipologia di interazione che riesci a creare e se è strategicamente rilevante per i tuoi scopi!

 

4. “I social media non servono solo a far “conoscere” la mia azienda: posso pormi degli obbiettivi concreti e raggiungerli”

 

Quello del ROI dei social media è un argomento spinoso – e , riguardo alla misurabilità dello stesso, ti consiglio le brillanti slide di Paolo Ratto “Misurare l’investimento sui social: esiste il Social ROI?” – ;

parlando di “risultati concreti del social media marketing”, credo che non esista una sola verità (e i social non servano solo a fare branding), ma una serie di casi che dimostrano quanto, più o meno, i social media abbiano portato un ritorno rispetto a quanto investito per presidiarli in maniera efficace.

E’ altresì vero che se non garantissi un qualche risultato concreto ai clienti che mi pagano per mettere a punto o implementare la loro web e social media strategy, patirei la fame da un bel pezzo 😀

Personalmente credo che tu possa porti degli obbiettivi e raggiungerli, stabilire dei termini di conversione e trasformare i contatti  creati attraverso i social media in veri e propri clienti.

Lo puoi davvero fare, a patto che tu abbia una strategia a cui far capo, monitori la tua attività nei social e ti ponga degli obbiettivi raggiungibili sia nel breve che nel lungo termine.

Non tutti hanno gli stessi tipi di risultati e non tutti hanno risultati apprezzabili grazie al social media marketing – per completezza, ti cito l’interessante articolo di Alessandro Vitale “ROI Con I Social Network? Parlano I Numeri… GAME OVER”-.

Ad ogni modo, ricordati sempre che i social media sono dei canali, non dei mercati in cui vendere!

 

5. I social media richiedono attenzione e presenza costante

Vero!

Spesso si guarda al social medium come fosse un mezzo di comunicazione tradizionale in cui è possibile fare campagne a spot, con un inizio e una fine ben definite.

Niente di più sbagliato.

I social media risiedono sulle relazioni e le relazioni richiedono tempo per essere costruite, attenzione, cura, trasparenza e continuità;

non puoi, in sostanza, svegliarti una mattina e, “perché hai tempo”, piazzare 4 o 5 foto su Facebook, 2 link su Twitter e sparire per una settimana.

Ci vuole tempo per stabilire le relazioni, pazienza nel farle crescere e costanza nel coltivare la propria presenza su questi canali, per cui  chiediti se sei disposto a investire ore del tuo tempo (e denaro) per far sì che le relazioni create attraverso questi media maturino e si moltiplichino.

Ricordati: tempo, costanza e cura continua 😉

 

 

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Share:

Tu cosa ne pensi?

Commenti

Veronica GentiliSocial media e PMI: 5 Verità sul Social Media Marketing

Related Posts