Maremma goes social: lo strano caso di Villa Acquaviva

Immagina di ritrovarti a spippolare su Facebook, come ogni giorno.

Immagina che, mentre guardi scorrere il flusso delle notizie, ti cada l’occhio su di una bellissima e gustosissima foto dai colori brillanti che un tuo amico ha condiviso, recante la scritta “girello agli agrumi in crosta di sale con patate e carote”.

Ti ritrovi su di un album ricco di foto di piatti incredibilmente appettitosi con tanto di descrizioni, magari un piatto di “tagliolini di semola di grano duro con vongole verace e pomodori datterini”, oppure di “Pici con sbriciolata di Salsiccia, Peperoni e Crema di Pecorino”...

e poi un bellissimo tramonto, l’immagine di una cantina che racconta, senza bisogno di parole, la storia ed i profumi della Maremma, una piscina abbracciata dal verde e dal sole…

E’ la Pagina Facebook del Relais Villa Acquaviva.

Con 2.096 fan, 425 persone che parlano di questo argomento, 175 che sono state qui e tanti, tantissimi post di utenti che, entusiasti del loro soggiorno, hanno lasciato un commento, un ringraziamento, una foto.

Ora dimmi, dopo aver visitato questa Pagina, non ti viene voglia di visitare questo posto?

Di provare uno di questi strepitosi piatti, di seguire il consiglio di chi “è già stato qui”?

Villa Acquaviva ha ben compreso il potenziale della nostra terra, la Maremma, e lo sa raccontare.

Ha capito che alla gente non importa niente di vedere Pagine e Profili pallosi di agriturismi ed hotel che sputano fuori random offerte last minute e link al proprio sito.

Villa Acquaviva ha capito il potenziale del web, e, soprattutto, ha capito che i social media non sono semplici vetrine, ma luoghi dove raccontarsi ed emozionare.

 

Su Pinterest, su Twitter, Villa Acquaviva  continua a raccontarsi, con pazienza e passione, in un esempio di Social-Maremma che, secondo me, in molti dovrebbero seguire.

Perchè la gente, oggi più che mai, ha bisogno di emozionarsi, di vedere “un valore aggiunto” in ciò che gli viene offerto per poterlo scegliere; e loro lo hanno capito.

 

C’è chi ha capito, finalmente, che il patrimonio immenso di natura e cultura che la propria terra offre sia davvero un attrazione potente per il turista o per il semplice conterraneo che vuole trascorrere un fine settimana meraviglioso a due passi da casa…e ti fa emozionare.

Raccontandoti del pranzo servito agli ospiti sotto la bellissima quercia, delle degustazioni offerte ai veri intenditori, della piccola volpe che è tornata a far loro visita e pubblicando le foto che gli ospiti lì hanno fatto e,tornati a casa soddisfattissimi, hanno poi pubblicato sulla pagina del relais.

Villa Acquaviva è l’esempio di una Maremma che sa e sente di poter usufruire dei social media in modo efficace e produttivo..e si merita tutti i nostri like 😉

 

 

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Share:

Tu cosa ne pensi?

Commenti

Veronica GentiliMaremma goes social: lo strano caso di Villa Acquaviva

Related Posts