Lettera aperta all’azienda che voleva essere nei Social Network

Lettera aperta all'azienda che voleva essere nei Social Network

 

 La tua azienda non può non essere nei Social Network.

I tuoi amici parlano continuamente di Facebook, i Telegiornali nominano sempre più spesso Twitter e forse, alla fine, ti sei convinto che non è un fenomeno passeggero, che questi canali nei quali le persone trascorrono sempre più tempo sono molto importanti, anche per il business.

Prima di incaricare un’agenzia, un professionista (o “il nipote del cugino del vicino che passa le giornate su Facebook”) di progettarti e seguirti una Strategia di Social Media Marketing, è importante che tu acquisisca alcune consapevolezze.

Su dove andrai a investire, su cosa puoi aspettarti e su cosa significhi entrare, come azienda, nel magico mondo dei Social Network.

 

Hai presente come hai promosso la tua azienda fino ad oggi? Tv, radio e cartelloni? Ecco, non c’entra niente!

Sicuramente avrai già investito negli anni in campagne pubblicitarie, cartellonistica, inserzioni sui giornali, eventi, spot televisivi.

Sono appunto definite “campagne”, in quanto azioni circoscritte spazialmente e temporalmente e, tra una campagna e l’altra, c’era solo da “raccogliere i frutti” della campagna precedente e programmare la successiva.

[Tweet “I Social network però non sono una campagna: sono un percorso.”]

Certo, puoi e devi fare campagne all’interno dei Social Network (coadiuvate da cicli di Facebook Ads, Twitter Ads o LinkedIn Ads), ma qui si tratta di costruire una relazione con le persone, farti conoscere ed interagire con loro..e questo non lo puoi fare a spot.

Questo significa che non puoi svegliarti una mattina, far gestire professionalmente la tua presenza in questi canali per un periodo e poi sparire o, peggio, viverli come se fossero una campagna pubblicitaria con un un inizio e una fine:

dovrai costruire una relazione con il tuo target di riferimento, confermarla quotidianamente, conquistare la fiducia e l’attenzione delle persone che vuoi coinvolgere.

Percorso, non campagna.

Relazione, non botta-e-via.

E questa “relazione” presuppone trasparenza e voglia di mettersi in gioco.

Non si tratta di aprire una Paginetta su Facebook: si tratta di imparare ad ascoltare, di saper accogliere le critiche quando arrivano e stimolare la fiducia nei proprio confronti.

Già, questo potrebbe prevedere una rivoluzione in azienda, soprattutto off-line.

Eppure, non puoi più aspettare per agire.

 

“Si ma quanto tempo ci vuole per avere risultati?”, ti chiederai da buon imprenditore.

Dipende da moltissime variabili.

Dipende da cosa intendi per risultato (farti conoscere? far sì che i tuoi target interagiscano con la tua attività? Acquisire contatti qualificati? Vendere?) , dipende dalla persona o agenzia alla quale hai affidato la tua presenza nei Social Network (che non è “l’amico della nonna del vicino di casa che sa usare il Pc, vero?”) e, soprattutto, dipende dalla tipologia di azienda e dalle risorse messe a disposizione.

[Tweet “Comunque vada, ci vuole tempo, come nella consolidazione di qualunque relazione.”]

Tempo perché le persone che vuoi intercettare conoscano la tua attività, se ne interessino, si fidino, si informino e, magari, decidano di comprare qualcosa da te, tempo perché si inneschi un circolo virtuoso tra esposizione/coinvolgimento/acquisto e interesse rinnovato nel tempo, che porti a successivi acquisti.

Voglio essere presente nel Web in modo efficace…bastano i Social Network?

E’ sufficiente una Pagina Facebook gestita da un professionista per “spaccare” nel Web?

Un account Twitter che “va alla grande”?

Purtroppo no.

I Social Network sono ambienti essenziali da presidiare per le aziende, ma ci sono altri aspetti e canali fondamentali da tenere in considerazione per vivere il Web come vera opportunità di business.

Le possibilità che i Social “lavorino” davvero per te sono direttamente proporzionali a quanto li hai integrati con la comunicazione & la promozione della tua azienda, sia online che offline.

Per quanto riguardo l’on-line, il sito web è la massima priorità.

E’ lì che le persone conosceranno meglio ciò che offri, è quello il luogo in cui possono trasformarsi da semplici fan in clienti.

Il tuo sito web è ottimizzato per il mobile? E’ ben indicizzato? Riesce a raccontare la tua identità in modo coinvolgente ed efficace? E’ costantemente aggiornato ed aggiornabile?

No, non basta una Paginetta Facebook o una bella board su Pinterest: devi accompagnare l’utente con una strategia digitale integrata, di cui i Social sono una parte indispensabile, come lo è, se non di più, il tuo sito web.

 

“Quindi, fammi capire: devo rivedere tutta la mia strategia sul Web, devo integrare i vari canali, imparare ad ascoltare, iniziare un percorso di cui non si vede la fine…Sai che? Lasciamo perdere Social e compagnia!”

Purtroppo non puoi più far finta che non sia indispensabile essere presente in modo strategico nei Social Network, perché dovrai pagare i costi della tua assenza.

[Tweet “Non chiederti quanto ti costa esserci, chiediti quanto ti costerà non esserci affatto.”]

Mentre tu sei lì intento a fare i conti, i tuoi concorrenti si stanno costruendo la loro nicchia, stanno imparando a raccontarsi in modo trasparente e coinvolgente, stanno migliorando grazie ai feedback degli utenti, stanno intercettando potenziali clienti che potrebbero essere tuoi.

Puoi permetterti di restare indietro?

Social Network sì, Social Network no:

puoi continuare a raccontarti che il modo di comunicare & promuoversi sia lo stesso di 10 anni fa?

 

5.00 avg. rating (97% score) - 2 votes
Share:

Tu cosa ne pensi?

Commenti

Veronica GentiliLettera aperta all’azienda che voleva essere nei Social Network