Facebook Shop, tutto quello che devi sapere

facebook-shop
La possibilità di vendere online in modo semplice e veloce, con un’interfaccia pensata per un consumatore sempre più attivo su mobile: questa è la nuova promessa che Mark Zuckerberg fa alle piccole imprese, che rappresentano una delle fonti principali di revenue di Facebook stesso. Si chiama Facebook Shop ed è la nuova funzionalità che permetterà di vendere e quindi acquistare direttamente su Facebook e Instagram e, a breve, anche su Messenger e WhatsApp. Una novità enorme, benché la volontà di aprirsi ancor di più al social commerce da parte del gigante blu fosse già nell’aria da tempo e preceduta negli anni da varie “avvisaglie” come l’Instagram Check-out e la prima versione delle Vetrine.

Ma come funziona in pratica Facebook Shop? Chi lo può attivare? Dovremmo dare una commissione a Facebook?

Come funziona Facebook Shop?

Annunciata dallo stesso Zuckerberg in diretta Facebook, l’integrazione di Facebook Shop non ha niente a che vedere con la funzionalità “Vetrina” come l’abbiamo conosciuta fino a oggi, ma permette di aprire un vero e proprio negozio sui principali social network proprietà del gigante blu, con tanto di opzioni di personalizzazione; in pratica, qualsiasi venditore di qualsiasi dimensione e budget potrà aprire il proprio shop online. Le persone potranno scoprire i prodotti in vendita navigando negli account Instagram e Facebook dei brand oppure attraverso le Stories e le Ads. 

Problemi? Dubbi? Domande? Gli utenti potranno messaggiare il brand, ricevere supporto e tracciare la spedizione attraverso Messenger, WhatsApp e i Messaggi Diretti di Instagram.

Un negozio attivo in tutto l’ecosistema del gigante blu, infatti basterà impostare lo shop una volta sola per poterlo utilizzare sia su Facebook che su Instagram e, a breve, anche su WhatsApp e Messenger. La vera novità infatti è proprio questa: non si tratta solo di un’app nativa e veloce, che rende semplice e omogenea l’esperienza di acquisto attraverso tutte le app della famiglia Facebook, ma grazie a essa all’utente basterà caricare una volta i propri dati di acquisto per poterli utilizzare in tutto l’ecosistema…e quindi acquistare con maggiore facilità.

Anteprima Facebook Shop

Altra novità molto interessante è la feature Live Shopping: a breve sarà possibile taggare i propri prodotti prima di andare Live sia su Facebook che su Instagram e quindi venderli direttamente durante la diretta stessa, nella quale verrà mostrato sempre il prodotto in questione sulla parte inferiore del video, con possibilità di acquisto immediato (da ricordare infatti l’acquisizione da parte di Facebook nel 2019 della piattaforma di video commerce Packagd). Facebook sta inoltre lavorando su una sorta di “Programma Fedeltà” grazie ai quali le piccole imprese potranno fidelizzare i clienti.

Ma non finisce qui.

Grazie all’Intelligenza Artificiale sarà possibile mostrare il prodotto giusto alla persona giusta e personalizzare automaticamente la visualizzazione dei prodotti per rilevanza e attraverso la Realtà Aumentata si potrà simulare la presenza dei prodotti degli spazi o provarli (ad esempio i prodotti di make up) prima di procedere all’acquisto. Si tratta di un ecosistema aperto, che permetterà alle piccole imprese di interfacciare lo shop con vari altri strumenti e partner per facilitare tutto il processo, dalla conoscenza, all’acquisto, alla customer care, alla logistica; tra i partner già presenti Channeladvisor, Shopify,  Woocommerce, Cafe24, Feedonomics.

Facebook sembra non volersi porre come concorrente dei più grandi player nel settore ecommerce, al contrario, mira a integrarli nel proprio progetto.

Forte in particolare è il legame con Shopify per permettere alle piccole imprese di iniziare a vendere online in modo facile e veloce, tanto che se utilizzi già i Cataloghi o tool come, appunto, Shopify o Woocommerce, puoi creare automaticamente il tuo Shop, in pochi clic.

L’apertura dello shop è totalmente gratuita, Facebook infatti non intende monetizzare attraverso commissioni o il pagamento per di una fee mensile, ma contando sul fatto che le aziende investiranno in campagne pubblicitarie per promuovere i propri prodotti.

Come si attiva Facebook Shop?

Il roll out della funzionalità è già iniziato e pare verrà allargato nei prossimi mesi.

Nel Centro Assistenza, a differenza di altri roll out, non vengono specificate le nazioni in cui la funzionalità è attiva, anche se tutto partirà, come al solito, dagli USA, ma sembra anche che la funzionalità verrà attivata gradualmente per tutti e che la priorità l’avranno le attività che hanno già impostato il Catalogo Prodotti e Instagram Shopping. Chi più accedere alla feature riceve un’email o una notifica che li informa del fatto che possono impostare il proprio shop.

Una volta ricevuto l’alert, è necessario creare un Commerce Account impostando il Commerce Manager, l’insieme di strumenti offerti da Facebook per vendere e gestire l’inventario sia su Facebook che su Instagram, e quindi inserire tutti i dati necessari come le informazioni bancarie, le policy di reso, le opzioni di consegna eccetera.

Ovviamente per poter settare il Facebook Shop devi essere:

  • amministratore della pagina Facebook (o della pagina Facebook collegata all’account Instagram sul quale si vuole lavorare)
  • amministratore del Business Manager
  • Gestire pagina Facebook e Catalogo nello stesso Business Manager

Ebbene sì, il Business Manager (non mi stancherò mai di ripetere quanto sia necessario saperlo usare per fare Facebook Marketing sul serio) è una figura fondamentale in questo processo; dopo aver impostato il Commerce Manager possiamo procedere con la creazione delle Collezioni e con la personalizzazione dello Shop, scegliendo l’ordine delle Collezioni, le dimensioni del testo e i colori principali.

Cosa si può vendere su Facebook e Instagram?

Come era prevedibile, ci sono diverse restrizioni ai beni vendibili attraverso i social network, alcune abbastanza curiose.

Al momento non è infatti possibile mettere in vendita:

  • Servizi
  • Medicine
  • Contenuti scaricabili e in abbonamento
  • Prodotti per adulti
  • Alcolici
  • Animali
  • Parti del corpo o fluidi corporei (sì alle extension per capelli, no a sangue, urine, pelle, denti e simili. Abbastanza stupita che andasse specificato :D)
  • Offerte di lavoro
  • Integratori quali vitamine, chitosano, barrette proteiche
  • Dispositivi medici e per smettere di fumare
  • Esplosivi, munizioni e veleni

È inoltre limitata la vendita di gift card, voucher e biglietti per eventi, ma non vietata.

Facebook Shop: cosa ci aspetta?

A differenza di diverse voci che già iniziano a vedere in questa mossa la morte degli e-commerce proprietari, personalmente credo che il Facebook Shop costituisca un’integrazione più che una sostituzione. Al momento infatti le opzioni di personalizzazione sembrano molto basiche (colori, testi, ordine delle Collezioni…), non è chiaro per esempio come il negozio si interfaccerà con i motori di ricerca e se e come sarà possibile promuovere i prodotti all’esterno dell’ecosistema Facebook, senza contare che da policy come detto sopra sono davvero tante le categorie di prodotto non ancora vendibili e la vendita dei servizi non è ammessa.

Certo, i giganti del web come Facebook e Google stanno facendo il possibile per diventare “l’Internet” e offrire agli utenti tutto ciò di cui hanno bisogno all’interno dei propri ecosistemi, ma sta a noi capire dove ci sono le opportunità per il nostro business e integrarle nei nostri progetti, senza farci fagocitare dal sistema.

5.00 avg. rating (99% score) - 12 votes
Share:

Tu cosa ne pensi?

Commenti

Veronica GentiliFacebook Shop, tutto quello che devi sapere