Lookalike Audience: quando, come e perché utilizzarle


Per dirlo con le parole di Facebook, il pubblico simile (Lookalike) ti consente di raggiungere nuove persone che potrebbero essere interessate alla tua azienda in quanto presentano caratteristiche simili ai clienti che contano per te.

Per dirlo con parole mie, se la fonte con le quali crei le lookalike è omogenea e di qualità, puoi ritrovarti ad avere a che fare con uno dei pubblici più performanti di sempre;

personalmente io uso moltissimo le lookalike, in particolar modo  per le campagne di lead generation e spesso hanno un CPL nettamente inferiore rispetto alle Core Audience (pubblici creati a partire dagli interessi, caratteristiche demografiche e co) anche del 70%.

Vediamo meglio di cosa si tratta.

Cosa sono di preciso le Lookalike (o Pubblici Simili)?

In poche parole, tu dai a Facebook una serie di dati che fanno da fonte e lui, grazie ad una sofisticata tecnica di modellizzazione, ti crea un’audience simile alla fonte che gli hai fornito.
Questa “origine” dalla quale ricavare un’audience simile può essere:

  • I fan della pagina
  • Un pubblico personalizzato creato a partire dai dati che hai a disposizione (elenco clienti, lead, utilizzatori app, visitatori sito web, le persone che hanno convertito sul sito web, etc..)

Per crearle basta andare sul menu del pannello Gestione Inserzioni alla voce Pubblico > Crea pubblico > Pubblico Simile.

A quel punto si aprirà una finestra come questa:

creazione lookalike audience

Dovrai quindi scegliere la serie di dati origine per la creazione del pubblico simile (fan della pagina, visitatori sito, elenco email…), il paese per il quale vuoi creare il tuo pubblico simile e le dimensioni del pubblico.

Queste ultime vanno da 1 a 10, che rappresentano la percentuale della popolazione totale iscritta a Facebook del paese scelto per creare l’audience; minore è la percentuale (1%), maggiore sarà il grado di similarità con il pubblico inserito come Origine, viceversa maggiore è la percentuale (e quindi il numero di persone potenziali del pubblico simile) minore è il grado di similarità.

Meglio una Lookalike all’1%, 2%, 3% o 10%?
Devi provare per saperlo.

Quello che ti consiglia Facebook e ti consiglio anche io è di utilizzare “un’audience sorgente” tra le 1.000 e le 50.000 unità, in modo da avere dati significativi sui quali creare le tue loookalike audience; creare un’audience simile a partire da pochi dati (es. un elenco di 150 email) può significare creare un pubblico con caratteristiche poco significative e, quindi, poco performante.

Allo stesso modo, creare una Lookalike su un pubblico molto vasto ed eterogeneo significa dare a Facebook troppe e differenti caratteristiche sulle quali creare un’audience, che rischia di essere troppo generica.

Ecco, se crei una lookalike a partire dai tuoi migliori clienti anziché TUTTI i tuoi clienti, potresti avere migliori risultati, per dirlo con le parole di Facebook.

Quando usare le Lookalike Audience?

Le Lookalike rappresentano un pubblico molto interessante da testare, soprattutto nel caso tu voglia iniziare a fare business in un altro paese; cosa c’è di meglio del provare subito ad intercettare persone con caratteristiche simili ai nostri clienti?
Ma non solo.
Come ti dicevo, utilizzo moltissimo le Lookalike, specialmente nelle campagne di acquisizioni contatti; a volte mi permettono di avere CPL (Cost per lead) nettamente inferiori alle Core Audience, ma in alcuni casi si sono dimostrate anche ottime per le campagne ad obiettivo acquisto e visite sul sito web, sta a te testare i tuoi obiettivi.

Ti ricordo che c’è una variabile fondamentale di cui tenere conto:
l’origine.
Se infatti questa non è di qualità, difficilmente otterrai buoni risultati;
se crei una Lookalike Audience a partire dai fan della pagina e questi non sono profilati ed interessati, difficilmente ciò che ne verrà fuori sarà un’audience in target e performante, specialmente se molto eterogenea;
se crei una lookalike delle persone che genericamente visitano il tuo sito web non è detto che performi bene per acquisire contatti, magari testa una lookalike a partire delle persone che hanno effettuato la conversione che traccia i contatti avvenuti sul tuo sito web.

Ti consiglio quindi di creare Lookalike a partire da pacchetti di informazioni di qualità ed omogenei, in linea con gli obiettivi della campagna che vuoi lanciare; potresti fare una campagna di lead generation a partire dal tuo database di lead o clienti.

Potresti fare una campagna di acquisizione fan a partire dai fan della tua pagina, di acquisizione traffico su una certa sezione a partire da un’audience simile ai visitatori di quella sezione e così via; per creare una Lookalike basta avere un centinaio di anime nell’audience di origine, tuttavia ti consiglio di avere almeno un migliaio di persone in essa, per assicurarti un numero sufficiente di dati tra i quali Facebook può trovare similarità.

Soprattutto nel caso ti rivolga ad un pubblico particolare, difficile da profilare per interessi o caratteristiche demografiche (es. imprenditore nel settore manifatturiero), le lookalike, magari basate sul tuo database clienti, sono un ottimo punto dal quale partire; dovrai testare come performano in base agli obiettivi e in base al tipo di lookalike (sui visitatori? sui contatti già acquisiti? 1% o 2%?), ma sono sicura che ti daranno grandi soddisfazioni, se ben utilizzate.

Ricorda inoltre che:

  • ogni lookalike può contenere pubblico di un solo stato per volta
  • la fonte deve contenere almeno 100 persone
  • puoi creare fino a 500 lookalike per fonte
  • le persone della fonte della tua lookalike verranno escluse dalla lookalike stessa a meno che non venga usato il Facebook Pixel come fonte

Fammi sapere che risultati hai avuto con questo tipo di pubblico!

 

5.00 avg. rating (98% score) - 3 votes

Tu cosa ne pensi?

Commenti